Vini in Ungheria: guida alle regioni del vino ungherese

vigneto vino ungherese
L'Ungheria rappresenta una delle regioni con una produzione vinicola a livello mondiale. Essa è la patria di vini corposi dagli svariati colori: dal rosso rubino, al bianco e infine allo spumante. La coltivazione della vite in questa Terra ha origini molto lontane, difatti risale al tempo dei romani.

Il sistema attuale di qualità di Ungheria è regolato da leggi che furono emanate nel 1990, mentre l'ultima revisione delle leggi in materia di vini fu regolata nel 1997, in questi disciplinari vengono definite le regioni produttrici di vino, le varietà utilizzabili, le tecniche e le procedure per effettuare per la coltivazione e le indicazione da apporre obbligatoriamente nell'etichetta.

Il vino ottenuto in Ungheria è principalmente quello bianco. La maggior produzione si ottiene soprattutto nel nord del Paese. Attualmente le zone vinicole sono circa 22 di cui soltanto otto risultano le più importanti per motivi qualitativi ma anche storici.

La zona più rinomata è senza ombra di dubbio è la regione di Tokaj-Hegyalja, collocata nel nord -est, quasi al confine con la Slovacchia, in essa si produce il Tokaj Aszù. In questa regione, vi è anche la produzione di vino secco bianco, tra questi ricordiamo uve come Muscat Lunel, Furmint e Hàrslevelu.
Le altre restanti zone di produzione includono posti come le Colline di Màtra, Eger , Alfod, Somlò, Szekszard , Badacsony e infine Villàny-Siklòs.

Tra le uve maggiormente coltivate ricordiamo quelle a bacca bianca tra cui il Pinot Bianco, il Sauvignon e lo Chardonnay, mentre per quanto concerne le uve a bacche rosse, sono state riscontrate uve come Il Cabernet Franc, il Pinot Nero e il Merlot.

Senza ombra di dubbio, il vino che rappresenta l'Ungheria per eccezione è il Tokaj Aszu.
Per molti secoli è stato considerato tra i migliori presenti nelle corti dei nobili Europei; è stato definito anche Re dei Vini.
La zona di produzione si trova tra Sátoraljaújhely e Sárospatak. In queste zone è presente un ottimo terreno ricco di sostanze quali il potassio, elemento importante per la vite, e dalla consistenza argillosa e sabbiosa.
Complice è anche un clima umido che favorisce l’ammuffimento delle uve, creando la produzione di muffe nobili sugli acini d'uva, ottima per le caratteristiche organolettiche del prodotto finale.
Il vino, ottimo da dessert, presenta una spiccata acidità. Segue un processo di vinificazione particolare.
Le uve vengono lasciate attaccare dalla muffa nobile; successivamente, l'uva viene raccolta in periodo che va da ottobre fino a dicembre e unita ad altre tipologie di uve e lasciate macerare assieme. Da tale poltiglia viene raccolta l'essenza di questo vino.
Si tratta di un vino complesso, che presenta un profumo elegante ma molto intenso e con un sapore altrettanto equilibrato. Inoltre, presenta un colore variabile dal giallo al rosa, con un profumo di agrumi, frutta, miele.

Tra i vini rossi più famosi in Ungheria abbiamo l Egri Bikavèr. Questo vino si ottiene principalmente nella regione a nord dell'Ungheria detta Eger. Si tratta di un vino di alta qualità, presenta un colore rosso rubino, un contenuto medio alcolico ( si aggira tra il 13,5 % e il 15 %) e una acidità media. Si abbina bene a piatti come carne e con cibi piccanti. Va servito a temperature di 16 massimo 18 °C.

You may also like:

vigneto siciliano

3 vini rossi siciliani, oltre al Nero d'Avola

La Sicilia è una terra bellissima, tutta da scoprire. Qui si fondono bellezze architettoniche, naturali, ma anche una tradizione…

vigneto sardo

4 vini rossi sardi, oltre al Cannonau

Sono ben 19 le DOC della Sardegna, a testimonianza di un'attività vitivinicola di grande eccellenza che premia la serietà…

vigneto sardegna

3 vini bianchi sardi, oltre al Vermentino

La Sardegna può vantare una cultura vitivinicola antichissima e numerose produzioni. Tra i vini bianchi il più rinomato è…