Vini in Grecia: guida alle regioni del vino greco

vigneto santorini
La Grecia ha avuto il merito di diffondere la cultura del vino in tutta Europa. Oltre che la cultura, infatti, anche la pratica del bere vino sembra affondare le sue radici nella penisola ellenica.

Mentre negli altri paesi d'Europa le culture vitivinicole proliferavano, in Grecia subivano una vera e propria recessione soprattutto nel corso della dominazione ottomana. Anche se nei nel corso dei secoli l'enologia greca è stata un po’ offuscata, negli ultimi venti anni sta riprendendo i fasti di un tempo.

I vini greci spopolavano dappertutto anche nell'antica Roma ed erano soprattutto rossi e dolci. I meriti dei greci furono, non soltanto, quelli di diffondere la cultura del vino ma anche quelli di ideare delle vere e proprie tecniche per la coltivazione delle viti e la successiva lavorazione. La popolazione credeva che queste tecniche fossero state descritte dallo stesso Dionisio, Dio del Vino. Per i greci il vino era una vera e propria bevanda sacra. Veniva utilizzata, infatti, anche per riti religiosi.

Attualmente, le regioni della Grecia in cui si produce il vino sono quasi le stesse che lo producevano nell'antichità.
Tra queste menzioniamo la Macedonia, la Tessaglia, il Peloponneso (Patrasso), le Isole dell'Egeo (Santorini, Samos) e l'isola di Creta.
Proprio in queste regioni, si producono i vini più celebri e antichi.

Le uve coltivate, circa 300, sono soprattutto di tipo autoctono e molte varietà più note si mescolano con quelle più locali.
Tra le tipologie di uve bianche ricordiamo: Assytiko, Moscophilero, Savatiano, Roditis, Robola e Moscato bianco.
Tra le uve rosse, invece: Xynomavro, Krassato, Stavroto, Negoska, Mayrodaphne, Kotsifali, Limnio, Mandelari e Agiorgitiko.

La produzione è caratterizzata per il 15% dai vini rossi, per l'80% circa dai vini bianchi e per la parte rimanente, da vini dolci.
La Retsina resta l'uva più diffusa in Grecia. Mentre il vino più famoso è il Retsina ricavato, però, dall'uva Savatiano a cui viene aggiunta (quando diventa mosto) resina di pino di Aleppo in piccole quantità.
Il Retsina viene considerato dai turisti come il vero vino greco e ne vanno alla ricerca tanto che la sua produzione occupa circa il 30% della produzione totale. Si tratta d un vino molto aromatizzato e dolce la cui produzione è concentrata nella regione della capitale cioè Attica.

La qualità che i vini devono possedere è regolamentata dal Ministero dell'Agricoltura e il sistema, in generale, si basa su quello francese (Denominazione d'origine controllata). Le categorie in cui si suddividono i vini sono tre: Epitrapezios Oenos (vino da tavola), Denominazione di Origine (OPAP: denominazione di origine di qualità superiore; OPE: Denominazione d'origine controllata); Topikos Oenos (vini regionali).

You may also like:

vigneto vino ungherese

Vini in Ungheria: guida alle regioni del vino ungherese

L'Ungheria rappresenta una delle regioni con una produzione vinicola a livello mondiale. Essa è la patria di vini corposi…

vigneto francia

Vini in Francia: guida alle regioni del vino francese

La Francia oltre ad essere il primo produttore di vini al mondo è anche un punto di riferimento del…

vigneto trentino alto adige

Vini del Trentino Alto Adige: breve guida

Il rilievo montuoso del Trentino Alto Adige è inciso da numerosi e larghe valli che per la fertilità del…