Vini in Cile: guida alle regioni del vino cileno

vigneto cileno
Il Cile è un paese situato nella parte ovest del sud America, una lingua di terra che confina con la Cordigliera delle Ande, l’Oceano Pacifico, il Perù, l’Argentina e la Bolivia.
Proprio la sua estensione su diverse latitudini rendono questo paese molto diverso da nord a sud, per il clima e conseguentemente per il paesaggio.
Partendo da nord si passa da temperature desertiche e terre aride ad un clima “mediterraneo” fino alle più basse regioni battute da forti piogge e freddo.
A differenza degli altri stati dell’america latina, il Cile è stato protagonista negli ultimi due decenni di un vero e proprio boom economico dovuto all’incremento dell’agricoltura e al contributo dello sviluppo industriale: molto importante per l’economia cilena il settore vinicolo.
Il vino del Cile è l’unico al mondo ricavato da viti piantate direttamente nella terra senza bisogno di innesti, che comporta una qualità migliore di prodotto e soprattutto un’aumentata varietà. Lo sfruttamento di nuove tecnologie ha favorito la crescita di questo settore, tanto che i 120 mila ettari destinati a questa coltura danno una produzione di 500 milioni di bottiglie che per circa il 70-75% vengono destinate all’esportazione in altri paesi.
Le maggiori coltivazioni di vigneti sono lungo la Gran Vallata Centrale, che occupano una superficie lunga più di 400 km. In questa zona si trovano anche piante centenarie e ottimi sistemi di irrigazione.
I vini più celebri di questa terra, che ormai si trovano facilmente anche nei negozi italiani, sono il Pinot Nero e il Sauvignon di Casablanca, il Carmenère e il Cabernet sauvignon del Maipo e gli Chardonnay.

Le zone di produzione sono otto.
La regione dei vini più a nord è Aconcagua, mentre quella più a sud è quella di Bio-Bio che grazie alle frequenti piogge da vita ad ottimi Pinot Nero, ma anche a bianchi fermi e non come Sauvignon e Chardonnay.
Sempre nella parte alta del paese di trova la zona di Casablanca dove oltre a Chardonnay, Sauvignon e Pinot Nero viene imbottigliato un ottimo Merlot.
Poco più in basso si trova la regione del Maipo (la più antica per queste colture) famosa per la produzione di importanti Cabernet Sauvignon e Franc.
Poco più in basso c’è la valle di Rapel e il suo eccellente Merlot.
Leggermente più sotto alla zona centrale del paese si trova la regione di Maule e più in basso la zona di Rio Itata.
Le aziende vinicole più longeve ed emblematiche sono situate nella zona a sud della capitale e sono Tarapacà, Undurraga, Santa Rita, Concha y Toro e Erraruiz.
Il segreto della qualità di questi vini risiede proprio nel fatto che l’estensione del paese permette di beneficiare di climi differenti, che richiedono sistemi di viticoltura fatti su misura e aiutati da un’irrigazione pura delle acque che scorrono sulle Ande.

Un famoso percorso enogastronomico è offerto dalla “Panamericana”, una strada che attraversa il Cile da nord a sud e passa per numerosi vigneti e le “haciendas” che trattano per lo più vino rosso (o tinto) di qualità cabernet Sauvignon e in percentuale minore vini bianchi come Chardonnay e profumati Sauvignon.
Un grosso afflusso di turisti e intenditori di vino interessa anche la Valle di Colchagua dove si trovano cantine con lunghe tradizioni tramandate di generazione in generazione dove si possono degustare i migliori vini accompagnati da specialità locali come le “empanadas de queso o de carne”.

You may also like:

vigneto vino ungherese

Vini in Ungheria: guida alle regioni del vino ungherese

L'Ungheria rappresenta una delle regioni con una produzione vinicola a livello mondiale. Essa è la patria di vini corposi…

vigneto francia

Vini in Francia: guida alle regioni del vino francese

La Francia oltre ad essere il primo produttore di vini al mondo è anche un punto di riferimento del…

vigneto trentino alto adige

Vini del Trentino Alto Adige: breve guida

Il rilievo montuoso del Trentino Alto Adige è inciso da numerosi e larghe valli che per la fertilità del…